7. I funghi ipogei










Uno degli aspetti più interessanti nello studio dei funghi ipogei è sicuramente l'incognita; nei funghi di superficie è sufficiente l'osservazione visiva.
Prima di tutto bisogna individuare le zone vocate, avere una buona conoscenza della botanica e della geologia, ma la cosa più importante è avere un amico a quattro zampe che ci accompagni nelle nostre ricerche.
La difficoltà più grande è nell'addestramento del cane che, nel caso specifico, bisogna
saperlo condurre con grande pazienza.

Angelo Bincoletto è vicepresidente e responsabile scientifico del Gruppo Micologico Mario Galli di Barlassina; membro del comitato scientifico dell'Associazione Micologica Bresadola e docente per la Regione Lombardia e per la Regione Calabria nei Corsi di preparazione per gli Ispettori Micologi. Fa pure parte della commissione Regionale per gli ipogei e per il rilascio del patentino dei tartufai della Provincia di Milano, Monza e Brianza.