Strobilurus esculentus

pubblicato 4 mar 2018, 10:44 da Società Micologica Luganese   [ aggiornato il 30 apr 2018, 09:03 da Michel Rapelli ]


Strobilurus esculentus (Wulf.: Fr.) Sing.

Funghetto con un cappello di 2-3 cm di diametro, da emisferico a convesso, liscio, opaco, di color bruno più o meno scuro.

Lamelle bianche a grigio-bianche, quasi libere o poco adnate.

Gambo cilindrico, slanciato, elastico, liscio con pruina bianca, chiaro in alto e bruno rossastro in basso. Base feltrata con rizoidi.

Carne sottile, bianca, odore e sapore gradevoli.

Habitat: su coni di abete rosso (non di pino!) in primavera. Spunta dalla parte inferiore del cono, a volte addirittura dalle neve.

Micro: spore ialine, piccole, amigdaliformi, 5-6 X 3-4 micron; cheilocistidi ventricosi, leggermente capitulati, lisci. Pleurocistidi ventricosi, a parete grossa e incrostati in cima.

Commestibilità: commestibile ed anche di buona qualità, ma decisamente molto piccolo. Bisogna trovarne un grande numero per riuscire ad apprezzarlo. Uno dei primi funghi commestibili dell’anno.

 

© Adriano Sassi
Certe foto sono di Massimo Biraghi